“In gioco contro l’azzardo” fa tappa al centro anziani di Grosseto

2019-11-29T10:33:25+01:00

Ancora un appuntamento nell’ambito del progetto “In gioco contro l’azzardo”, promosso dal Coeso Società della Salute, con il patrocinio dell’Agenzia regionale di sanità e la collaborazione di Taxi1729, Slotmob, cooperativa Uscita di Sicurezza, associazione l’Altracittà. Lunedì 2 dicembre, alle 15.30, si parla di azzardo patologico al centro anziani “Ciabatti” dei via de’ Barberi 55 a Grosseto. L’evento vede la collaborazione dell’associazione Auser cittadina.

Lunedì, dunque, tutti gli interessati potranno approfondire il tema con Carlo Cefaloni, giornalista e rappresentante dell’associazione Slotmob, che da tempo si impegna nella sensibilizzazione dei rischi del gioco d’azzardo che può rappresentare, nelle sue diverse forme (dalle slot machine alle videolottery, dal gratta e vinci alle scommesse) una vera e propria patologia, oltre ad essere ormai un diffuso problema sociale. Il gioco d’azzardo è un business milionario che sta creando dipendenza e povertà nelle fasce sociali più deboli, mettendo in difficoltà le famiglie e creando maggiori costi per il servizio sanitario. Per questo il Coeso Società della Salute ha deciso di promuovere questo progetto, che si rivolge alle diverse fasce di età della popolazione e che oltre agli incontri pubblici si articola attraverso una serie di conferenze nelle scuole.
Il prossimo incontro pubblico è in programma giovedì 5 dicembre, alle 16.30, nella sala consiliare del Comune di Castel del Piano.

Carlo Cefaloni, è un giornalista autore del libro “Vite in Gioco”, testo che raccoglie alcune riflessioni importanti sul fenomeno del gioco d’azzardo e fra i fondatori del movimento Slotmob.