Tamponi nelle strutture residenziali: ecco i numeri

2020-04-08T13:07:28+02:00

Oltre 680 tamponi per verificare lo stato di salute degli ospiti e degli operatori di alcune residenze sanitarie per anziani e della residenza per disabili: “Stiamo portando avanti i controlli nelle strutture pubbliche e private dell’area socio sanitaria Amiata Grossetana, Colline Metallifere e Amiata Grossetana – spiega il direttore del Coeso Società della Salute Fabrizio Boldrini – e fatta eccezione per i casi positivi alla Rsa Villa Pizzetti, già comunicati nei giorni scorsi, non ci sono nuovi casi di Covid-19”. Un dato confortante che fa ben sperare. Sono state controllate le Rsa di Grosseto Villa Pizzetti e Ferrucci, di Arcidosso, Castel del Piano, Semproniano Scansano, Massa Marittima, Follonica, le tre strutture di Scarlino, le strutture di Piloni e di Roccastrada e la residenza per disabili “Il Sole” di Grosseto.

“Si tratta di un’operazione che ci ha permesso di controllare lo stato di salute di 680 tra ospiti operatori e che nei prossimi giorni proseguirà in altre strutture”, aggiunge Boldrini. Sono in programma, infatti, i controlli nella Rsa “Rosselli” di Castell’Azzara, alla Rsa “Le Sughere” di Casal di Pari (Civitella Paganico), alla Rsa “Villa Gloria” di Grosseto e nelle Ra, residenze per anziani autosufficienti, di Santa Fiora, Castiglione della Pescaia, Massa Marittima e Gavorrano. Complessivamente nei 20 comuni dell’area socio sanitaria sono oltre 700 gli anziani in residenza.

“Dopo Pasqua i controlli riprenderanno nelle comunità e nelle strutture di cohousing della Salute mentale – aggiunge Boldrini – si tratta di 13 strutture e appartamenti dove vivono 59 persone e lavorano circa 50 operatori. Inoltre lo screening è previsto anche nelle strutture per senza dimora che sono rimaste aperte proprio per garantire la quarantena anche a chi non ha un tetto”.