Progetto Over to over

Home/Progetto Over to over
Progetto Over to over2021-09-16T12:25:29+02:00

Over to Over “Rafforzare la rete di auto-aiuto per attenuare l’isolamento e la fragilità e per prevenire le truffe agli anziani”

Il progetto, promosso da Coeso, Prefettura e Comune di Grosseto, avrà come destinatari i soggetti anziani dai 65 anni, e vuole contribuire a ridurre l’incidenza delle truffe ai danni degli anziani, attraverso due obiettivi specifici:

1 – sensibilizzare e informare la comunità grossetana sul tema della truffa agli anziani;

2 – favorire il radicarsi di reti formali e informali di supporto alla popolazione anziana al fine di prevenire eventuali situazioni di rischio.

Attraverso una serie di attività integrate che coinvolgeranno cittadini giovani e anziani, COeSO SdS punterà a rafforzare la rete di relazioni comunitarie e lo scambio di informazioni al fine di tutelare gli anziani maggiormente esposti al rischio di truffe.

Il progetto prevedrà una prima fase di ricerca-azione, attraverso la somministrazione di questionari su un campione di mille soggetti afferenti alla popolazione over 65, sia online (https://bit.ly/truffeanziani2021) che in presenza. Sarà così possibile ottenere una mappatura precisa dei bisogni e delle condizioni socioeconomiche e psicofisiche dell’anziano e attivare le risorse presenti sul territorio con un lavoro di rete e sinergia con i servizi e le associazioni del territorio. Per la somministrazione sarà cruciale il contributo di volontari che potranno rendere possibile una compilazione del questionario, intercettando al meglio i bisogni dell’individuo, ed un’iniziale distribuzione di materiale informativo sul tema con un possibile coinvolgimento dell’anziano nelle attività dei centri ricreativi e di aggregazione del territorio.

Per candidarti come volontario e contribuire al miglioramento della tua comunità clicca qui.

Il progetto Over to over proseguirà con la creazione di un info point itinerante collocato in punti strategici, per sensibilizzare la popolazione anziana rispetto al rischio delle truffe e contemporaneamente attenuarne l’isolamento tramite un eventuale coinvolgimento nelle attività dei centri anziani e delle realtà associative del territorio. In programma anche 5 incontri informativi con le principali realtà socio-ricreative di Grosseto, con lo scopo di prevenire il rischio truffe tramite attività psicoeducative e roleplaying.

Sarà istituito infine un servizio di sostegno psicologico specifico per gli anziani vittime di truffe, con la creazione di percorsi personalizzati al fine di elaborare l’impatto di questo evento sulla persona.

Torna in cima